Home Biografia

Incontri

Biagio Putignano - Biografia

 mk38551

Biagio Putignano, compositore e didatta pugliese, dal 2000 è titolare della cattedra di Composizione presso il Conservatorio di Bari, vincitore del concorso ministeriale per titoli ed esami. Ha svolto il ruolo di docente presso l’Università di Lecce, gli Istituti Musicali di Taranto e Ceglie Messapica e il Conservatorio di Lecce; ha tenuto Corsi e Seminari presso l’Accademia di Musica di Stato di Bielorussia a Minsk, l’International Summer Music School di Pucisca (Croazia), la Scuola di Musica di Riou (Grecia). la Domus Academy di Milano, l’Europäischer Musikworkshop di Altomünster (Monaco), il Conservatorio di Cascais (Portogallo), i Corsi Estivi di Trani, per conto di diversi enti e associazioni a Lecce, Bari, Brindisi, Galatone (Le) e i Corsi annuali presso l’Accademia Mezzogiorno Musicale di Taranto, l’Accademia Internazionale di Musica “d. M. Colucci” di Pezze di Greco (BR), l’Ass.ne JuniorBand di Melissano (Le). Nel 2012 è stato nominato membro onorario de l’Academia de la Música Valenciana (Spagna), ed è stato insignito del Riconoscimento d’Onore “Il Sallentino 2012”. Inoltre, ha ricoperto i ruoli di Consigliere Accademico e di Responsabile del Dipartimento di Composizione presso il Conservatorio di Bari; ha fatto parte della Direzione Artistica di Musica in Irpinia, dell’Ass.ne Regionale Cori Pugliesi; attualmente è membro del Consiglio Direttivo della SIMC – Italia, nonché collaboratore stabile del MACMa di Matino (LE) e della Fondazione Palmieri di Lecce.

Negli anni ’90 ha fondato l’Ass.ne “A. Gentilucci” per la diffusione delle musiche contemporanee, e ne ha diretto l’omonimo ensemble strumentale, con il quale ha eseguito numerosi concerti in prestigiosi festival italiani, eseguendo in prima assoluta opere di vari compositori. In collaborazione col compositore Gianluigi Antonaci ha dato vita allo “Studio di Musica Elettronica PRACTICA NOVA” ed in seno ad esso il duo “SINTAXON”.

Ha composto cinque opere da camera (UN SEGNO NELLO SPAZIO, su testo di I. Calvino prima rappresentazione Conservatorio di Foggia, VARIAZIONI SUI COLORI DEL CIELO, prima rappresentazione Salisburgo, ripresa presso il Teatro “Piccinni” di Bari, COME ZAFFIRO MITE, prima rappresentazione Carmiano, VOCE CHE VOLA NEL VENTO, prima rappresentazione Mantova, Festival della Letteratura, MUSIGONIA per tre voci e orchestra da camera), l’oratorio CATTEDRALI DI SILENZIO (prima rappresentazione Festival Internazionale d’Organo di Lecce), il monodramma LA SECONDA ATTESA DI EURIDICE, diverse composizioni per orchestra (TRADUZIONI A CALCO, ARCHITUTTURE D’ARIA E DI VENTO ecc.) per organici cameristici e corali, (IL RESPIRO DEL CIELO per quartetto d’archi, GIARDINI D’AMBRA per sax e pf, CARTOGRAFIE DEL TEMPO per viola e chit el., basso el, piano Rodhes, INVISIBILE per coro e suoni di sintesi, MAGNIFICAT su testo di K. Wojtyla per coro e organo) e brani solistici (CINQUE COMMENTARI per pf, CIRCONDATI DI CIELO per arpeggione, FRAMMENTI DA PARMENIDE per clarinetto), oltre a musiche elettroniche (MARI DI VOCE, SE LE STELLE FOSSERO SOGNI ecc.) e installazioni sonore per eventi d’arte (HAIR MIER, SEGMENTI D’ARIA).

Le sue opere sono edite da varie Case Editrici Nazionali (M.A.P., Rugginenti, Edipan, Béerben, ArsPublica, Carrara, Eurarte, Sconfinarte) ed eseguite da importanti interpreti quali Luisa Sello, Cornelia Petroiu, François Veilhan, Nicolas Deletaille, Filippo Lattanzi, Mieko Kanno, Patrik Kleemola, Markus Kreul, Maria Kavouni, Duo Novecembalo, Quartetto d’archi Paul Klee, Francesco Libetta, Jeremy Bell e Duo Alterno ecc. Tre Cd monografici (Un intreccio di tempo e spazio -Wide Classique-, Cinque Commentari – Nuvole elettriche -Archivi del XXI secolo-, Mari di Voce –M.A.P. –) ed un LP (Biagio Putignano – Eterfon–) raccolgono la sua produzione cameristica, insieme a numerosi Cd antologici contenenti composizioni per organici differenti.

Nel 2012 ha presieduto la giuria del 31° Concorso Internazionale di Esecuzione Violinistica “Lipizer” di Gorizia, per il quale ha composto ATLANTE DELL’IMMAGINAZIONE, pezzo d’obbligo per la 32° edizione 2013.

Ha pubblicato i seguenti scritti: “Dalla ‘composizione’ dello spazio al ‘controllo’ del tempo, attraverso il suono” (in Aa. Vv. L’ascolto del Pensiero – Rugginenti, Milano 2003), “Alcune considerazioni sulla figura di Karlheinz Stockhausen” (Finnegans 20xx), “Agenda di una ricerca” (Bari 2011), “Costruire il tempo: un’esperienza compositiva” (Musica/Realtà Marzo 2010), “Progettare la musica” (in Fughe: Architettura e Musica Grifo, Lecce 2012), oltre a vari articoli e recensioni sulla rivista FA LA UT.

 

 

Scrive Paolo Truzzi: «Biagio Putignano è uno dei nomi più rilevanti della musica colta contemporanea italiana degli ultimi decenni. ....Fin dalla fine degli anni ’80 il suo stile compositivo si è sostanziato in una scrittura nella quale l’assoluto rigore, frutto di una ricerca formale instancabile volta a sondare ed approfondire ogni minimo aspetto fisico-psichico del suono e dell’assenza di suono, si fonde con una sorprendente capacità di suscitare emozioni attraverso un particolare lirismo, aspetto piuttosto raro nella nostra epoca, dove spesso la sperimentazione si risolve in un esercizio formale fine a se stesso. Le atmosfere rarefatte, in cui il concetto di tempo viene costantemente posto in discussione, la raffinata indagine timbrica, l’innovazione lucidissima delle tecniche di articolazione, sono tutte caratteristiche sostenute da una solida riflessione filosofica. Quello di Putignano è un percorso semantico dove le teorie musicali più avanzate si incrociano con la matematica, la fisica, la filosofia, la psicologia, la poesia, le discipline orientali. Particolare attenzione il compositore ha dedicato negli ultimi tempi al concetto di vuoto e di silenzio, luogo e istante in cui lo spazio e il tempo perdono i loro confini a favore dell’epifania del suono nella sua purezza vibrante di senso ed energia.

A testimonianza della molteplicità dei suoi punti di riferimento, fra i suoi maestri e autori chiave della sua formazione possiamo citare compositori diversissimi quali Gentilucci, Sciarrino, Xenakis, Grisey, Muraill, Ligeti, Stockhausen.»

 

 

il sallentino8settembre2013 04

Lecce, 8 settembre 2013: consegna del RICONOSCIMENTO D'ONORE IL SALLENTINO 2013 

 

AcademiaValenciana diploma

 

Conferimento del titolo di Membro Onorario dell'ACADEMIA DE LA MUSICA VALENCIANA (Spagna)

Data:  07 aprile 2012


Estimado amigo Biagio: Un saludo muy cordial con mis mejores deseos y éxitos en tus proyectos profesionales. Te informo de las actividades de la Academia de la Música Valenciana que tengo el honor de presidir. Está compuesta por compositores, intérpretes, directores, musicólogos, etc. de reconocido prestigio así como académicos correspondientes en onces paises europeos y americanos y que ejercen sus actividades en conservatorios, universidades, directores de orquestas sinfónicas, etc. La Academia organiza, a través del año, diversos conciertos, ciclos de conferencias, grabaciones discográficas, publicaciones bibliográficas, concursos de música de cámara para jóvenes intérpretes, programas sobre la música del siglo XXI.........Igualmente, figuran como Miembros de Honor, diversos compositores reconocidos en el campo internacional.

En la última reunión de la Junta de Gobierno he propuesto tu nombramiento y aprobado por unanimidad la distinción de Miembro de Honor de nuestra Academia. Con tal motivo, tengo el honor de comunicártelo y si ello te parece oportuno el recibir el diploma correspondiente de tal nombramiento.

 

Un abrazo.

Bernardo Adam Ferrero, presidente

www.musvacademic.org

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 03 Gennaio 2014 10:31
 
Biography PDF Stampa

 

Biagio Putignano, composer and teacher from Apulia. Since 2000 he holds a chair for composition at the Conservatorium of Bari, winner of the ministerial contest for qualifications and exams. He was a lecturer at the University of Lecce, at the Musical Institutions of Taranto and Ceglie Messapica and at the Conservatorium of Lecce; he taught courses and seminars at the Music Academy of Minsk in Belarus, at the International Summer Music School of Pucisca (Croatia), the Music School of Riu (Greece), the Domus Academy of Milan, the European Musicworkshop of Altomünster (Munich, Germany), at the Conservatorium of Cascais (Portugal), at the Summer Courses of Trani, for several institutions and associations in Lecce, Bari, Brindisi, Galatone (Le) and the annual courses of the Music Academy Mezzogiorno of Taranto, at the International Music Academy “d. M. Colucci” of Pezze di Greco (BR), at the association JuniorBand of Melissano (Le). In 2012 he was nominated for the honorary member of the Academia de la Música Valenciana (Spain), and he was honoured with the award “Il Sallentino 2012”. Furthermore he was an academic counsillor and the responsible person for the department of composition at the Conservatorium of Bari; he was part of the Musical Artistic Management of Irpinia, the regional association of Apulian choirs; actually he is a member of the management of SIMC – Italia, as well as a permanent collaborator of MACMa di Matino and the Foundation Palmieri of Lecce.

 

In the 90s he founded the association “A. Gentilucci” for the dissemination of the contemporary music, and here he conducted the homonymous instrumental ensemble, with whom he performed numerous concerts at important italian festivals, mostly performing premieres of various componists. In collaboration with the componist Gianluigi Antonaci he founded the “Studio of Electronic Music PRACTICA NOVA” and in this connection the duo “SINTAXON”.

 

He has composed five chamber music works (UN SEGNO NELLO SPAZIO, on the work of I. Calvino, première at the Conservatorium of Foggia, VARIAZIONI SUI COLORI DEL CIELO, première in Salzburg, performed again at the theatre “Piccinni” of Bari, COME ZAFFIRO MITE, première in Carmiano, VOCE CHE VOLA NEL VENTO, première in Mantova, Festival of Literature, MUSIGONIA for three voices and chamber orchestra), the oratorio CATTEDRALI DI SILENZIO (première at the International Organ Festival of Lecce), the monodrama LA SECONDA ATTESA DI EURIDICE, several compositions for orchestra (TRADUZIONI A CALCO, ARCHITUTTURE D’ARIA E DI VENTO etc.), for chamber instrumentation and choir, (IL RESPIRO DEL CIELO for string quartett, GIARDINI D’AMBRA for saxophone and piano, CARTOGRAFIE DEL TEMPO for viola and e-guitar, e-bass, piano Rodhes, INVISIBILE for choir and synthetic sounds, MAGNIFICAT on the work of K. Wojtyla (for choir and organ) and solo pieces (CINQUE COMMENTARI for piano, CIRCONDATI DI CIELO for arpeggio, FRAMMENTI DA PARMENIDE for clarinet), further pieces for electronic music (MARI DI VOCE, SE LE STELLE FOSSERO SOGNI etc.) and sound installations for artistical events (HAIR MIER, SEGMENTI D’ARIA).

 

His works are published at various national publishing houses (M.A.P., Rugginenti, Edipan, Béerben, ArsPublica, Carrara, Eurarte, Sconfinarte) and performed by important interpreters like Luisa Sello, Cornelia Petroiu, François Veilhan, Nicolas Deletaille, Filippo Lattanzi, Mieko Kanno, Patrik Kleemola, Markus Kreul, Maria Kavouni, Duo Novecembalo, String Quartett Paul Klee, Francesco Libetta, Jeremy Bell e Duo Alterno etc. Three monographic Cds (Un intreccio di tempo e spazio -Wide Classique-, Cinque Commentari – Nuvole elettriche -Archivi del XXI secolo-, Mari di Voce –M.A.P. –) and one LP (Biagio Putignano – Eterfon–) collect his chamber productions, together with numerous CDs which contain further compositions for different instrumentations.

 

In 2012 he was chairman of the jury of the 31° International Violin Competition “Lipizer” of Gorizia (Italy), for which he composed ATLANTE DELL’IMMAGINAZIONE, obligatory piece for the 32° edition 2013.

He has published the following writings: “Dalla ‘composizione’ dello spazio al ‘controllo’ del tempo, attraverso il suono” (in Aa. Vv. L’ascolto del Pensiero – Rugginenti, Milano 2003), “Alcune considerazioni sulla figura di Karlheinz Stockhausen” (Finnegans 20xx), “Agenda di una ricerca” (Bari 2011), “Costruire il tempo: un’esperienza compositiva” (Musica/Realtà Marzo 2010), “Progettare la musica” (in Fughe: Architettura e Musica Grifo, Lecce 2012), and further works in various articles and reviews in the magazine FA LA UT.

 

 

Paolo Truzzi writes: Biagio Putignano is one of the most important names in Italian contemporary music of recent decades...

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 03 Gennaio 2014 10:32
Full text